Piccoli Prestiti

Piccoli Prestiti
I piccoli prestiti sono finanziamenti personali di basso importo, che possono spesso trovarsi online e che presentano una certa velocità di erogazione. Essenziale la garanzia della busta paga.

I piccoli prestiti sono finanziamenti personali, pertanto, non vanno motivati in fase di richiesta, non essendo essi finalizzati all’acquisto di beni e servizi e pertanto l’uso del credito ricevuto è nella piena disponibilità del cliente.

Come indica la stessa denominazione, si tratta di prestiti di basso importo, sebbene una quantificazione generale non sia agevole, né possibile.
Infatti, sotto la categoria di piccoli prestiti si trovano finanziamenti anche di diverse decine di migliaia di euro, che con difficoltà potremmo ancora considerare “piccoli”. Molti di essi, tuttavia, variano da importi minimi di circa mille euro a un massimo di cinque mila euro, o giù di lì.

Si tratta, in genere, di credito desiderato da quanti devono fare fronte a imprevisti di spesa o a spese comunque quotidiane. Data la bassa entità degli importi, essi presentano di solito il vantaggio di essere erogati con maggiore velocità di un prestito ordinario, per cui non è raro che siano anche denominati prestiti veloci o rapidi, sebbene in teoria siano diversi.

Un altro aspetto, connaturato alla caratteristica di questi finanziamenti, è che si richiedono e si erogano spesso online. Per tale ragione, buona parte di essi coincide con i cosiddetti “prestiti online”.

Quando vengono erogati su internet, essi offrono il doppio vantaggio della velocità e del contenimento dei costi.
Infatti, un aspetto poco vantaggioso di questi finanziamenti è che sono gravati da costi fissi, che incidono in misura percentuale maggiore su di loro. Per questo, a volte, essi presentano un TAEG spropositatamente più alto del TAN.

L’erogazione online consente mediamente di abbattere una parte di questi altri costi, non dovendo subire spese tipiche di un finanziamento agli sportelli, quali luce, affitto, acqua, personale, etc., che possono rappresentare una fetta molto alta dell’onere di un finanziamento.

Le garanzie da rilasciare, per potere accedere a un piccolo prestito, sono le consuete di un finanziamento personale, cioè, essenzialmente la busta paga (modello unico per lavoratori autonomi e cedolino pensione per i pensionati) e una garanzia reale e/o la fideiussione, se la cifra diventa alta, o in mancanza di un reddito da lavoro.