Il mutuo è un contratto con cui una parte concede in prestito all’altra una somma di denaro o latro bene fungibile, e il debitore si impegna a restituire il prestito nella stessa forma.

Questa è la definizione, grosso modo, che il codice civile dà del mutuo, all’art.1813.
La parte creditrice si chiama mutuante, mentre la debitrice mutuatario.
Il contratto è, quindi, basato sulla corresponsione di una somma di denaro.
Si tratta di una delle modalità di finanziamento più diffuse, grazie soprattutto al legame esistente tra una contrazione di un mutuo e l’acquisto di immobili, spesso finanziati, appunto, ricorrendo a questo tipo di contratti.

Rispetto a un prestito ordinario, il mutuo presenta alcune peculiarità, come la somma minima da richiedere, che non è generalmente inferiore ai 40 mila euro, così come sono più alte le spese per l’accesso a questo finanziamento, comportando oneri più alti come per le perizie tecniche su immobili, spese notarili, etc.

Quando, infine, esso è vincolato all’acquisto di un’abitazione, si parla di mutuo casa, in Italia molto noto e diffuso.

mutui